Pentàgora

An gorta mór

libro38di Luca MAESTRI

La Grande Carestia in Irlanda (1845-1851)

An gorta mór (‘La grande carestia’, in irlandese) racconta la tragedia, ancora poco nota in Italia, dei contadini irlandesi morti per fame e malattia tra il 1845 e il 1851, dopo che il raccolto di patate, la loro principale fonte di nutrimento, andò distrutto in tutta l’isola in seguito all’arrivo e alla diffusione della peronospora.

Mentre fame e malattia mietevano un numero incalcolato di vittime  ma si parla di un milione di persone, un ottavo della popolazione irlandese, e di altrettante costrette a emigrare , continuava ininterrotta l’esportazione di alimenti dall’Irlanda verso la Gran Bretagna, in un clima di sostanziale disinteresse, se non di fastidio, del governo britannico verso una catastrofe umanitaria senza precedenti. Questi e altri elementi hanno portato alcuni studiosi a supporre che quel che comunemente è stato letto come il tragico effetto di una carestia in realtà dovrebbe essere considerato uno sterminio; e qualcuno, spingendosi più in là, ha parlato di genocidio: forse il primo nell’età contemporanea

 

Pagine: 140
Collana: Ruralismo
ISBN: 978 88 98187 48 5
Prezzo: 10 euro
Uscita: 2017, gennaio

Acquista