Pentàgora

Premio 2016, verbale selezione

Il 20 ottobre 2016 la commissione selezionatrice del premio letterario PAROLE DI TERRA, III edizione (2016), si è riunita e ha così deliberato:

Considerato l’insufficiente numero delle proposte pervenute per la sezione saggistica, in conformità con il regolamento il premio per tale sezione non sarà conferito; tuttavia sono state scelte due opere alle quali, la loro particolare qualità, sarà riconosciuta una menzione speciale:
– Perché proprio B(io), di Alfredo Fasola
– Il sistema di alimentazione in una valle…, di Angelo Longo

Per la sezione narrativa, la commissione

a. ha ammesso tra i finalisti le seguenti opere:
– Il pane degli angeli, di Cristina Meneguzzo
– L’erba dagli zoccoli, di Tullio Bugari
– Pieve Cipolla, di Giampiero Pisso

b. conferisce la segnalazione alle seguenti opere:
– La figlia di Baruzat, di Giovanni Bergamini
– Rosina rosa di maggio, di Daniela Cibin
– La buona compagnia è mezzo Pane, a cura dell’Associazione Elicriso
– Sputa in cielo, di Maria Fedele
– Za Vicenza, di Antonio Lo Fiego

c. riconosce una menzione speciale per le seguenti opere:
– Per un ritorno alla terra e altre storie, di Alberto Ariccio
– Ilmurràn, Masai in the Alps, di Sandro Bozzolo
– Europei, di Ivonne Magri

Nel corso della giornata finale (Savignone-GE, Teatro Botto, 14 gennaio 2017, ore 16:30) i voti della commissione selezionatrice saranno sommati a quelli della commissione giudicatrice (noti solo in quel momento) e verrà proclamata l’opera vincitrice della terza edizione del Premio.
Durante la stessa cerimonia saranno lette le menzioni speciali e rilasciati gli attestati di segnalazione conferiti dalla commissione selezionatrice.